Cos’è un parapendio?

Il parapendio è sicuro?

Per andare in aria bisogna lanciarsi da un dirupo?

Che differenza c’è tra un deltaplano e un parapendio?

Perché un parapendio sale e che quota posso raggiungere ?

Come faccio per imparare a volare?

 

Cos’è un parapendio?

Un parapendio è un’ala la cui forma è mantenuta dal flusso interno dell’aria.

Il parapendio è progettato per volare senza altre energie oltre a quelle fornita dalla gravità, dal vento e dalla forza muscolare del pilota durante il decollo.

Un parapendio discende  mediamente a 65 metri al minuto ma se mantenuto all’interno di masse d’aria ascendente il mezzo guadagna quota; l’entità della risalita, sia come velocità che come quota massima dipendono dalle condizioni metereologiche.

In condizioni di morfologia del terreno e di aerologia adeguate sono facilmente realizzabili voli che durano alcune ore.

 

| TOP |

 

Il parapendio è sicuro?

Il volo libero, come quasi tutti gli sport, ha un certo rischio intriseco. La capacità di valutare preventivamente in maniera efficace le condizioni ambientali e l’uso di equipaggiamenti idonei minimizza drasticamente il rischio .

I pre-requisiti fondamentali per imparare a volare in maniera sicura sono:

l’attitudine del pilota, un istruttore competente e un equipaggiamento sicuro. Con queste condizioni, considerando la bassa velocità rispetto agli altri mezzi aerei, il parapendio diventa il mezzo più semplice e sicuro per volare.

 

| TOP |

 

Per andare in aria bisogna lanciarsi da un dirupo?

NOOOOOOOOOO!  Si dice DECOLLARE  proprio perché non c’è nessun tuffo nel vuoto. Il parapendio decolla tramite una corsa progressiva lungo un pendio; una volta che l’ala ha raggiunto una velocità tale da generare portanza solleva il pilota in volo.

 

| TOP |

 

Che differenza c’è tra un deltaplano e un parapendio?

I principi generali del volo sono gli stessi ma i mezzi sono differenti.

Il deltaplano ha un telaio rigido che mantiene la forma dell’ala e il pilota vola prono mentre il profilo alare del parapendio è mantenuto dalla pressione dell’aria e il pilota volo seduto o semi-sdraiato in posizione supina.

Il delta ha un’aereodinamica più pulita che gli consente maggiori prestazioni in termini di velocità e efficienza. Il parapendio ha una maneggevolezza maggiore, inoltre la possibilità di volare a velocità più basse permette di atterrare in spazi più ristretti e su terreni dal profilo irregolare.

Il deltaplano smontato ha un’ingombro di 3,5 metri e viene trasportato sul portapacchi dell’autovettura, il parapendio viene ripiegato insieme a tutto l’equipaggiamento in un grande zaino che trova agevolmente posto nel bagagliaio.

| TOP |

 

Perchè un parapendio sale è che quota posso raggiungere col parapendio?

Quando frequenti un corso inizi a maneggiare il parapendio a terra poi, assistito dall’istruttore, inizi progressivamente a volare a quote maggiori.

Fondamentalmente ci sono due modi per volare: il volo in dinamica e il volo in termica.

Il primo sfrutta l’aria che sale lungo un rilievo e permette guadagni di quota di solito non maggiori di 150 m. mentre il secondo sfrutta le masse di aria calda che risalgono per differenza di peso specifico.

Il volo in termica è il volo più tecnico ed efficace e permette di volare alla maniera dei grandi uccelli come le aquile raggiungendo quote molto elevate: nella nostra zona nel periodo che va da marzo a settembre possono essere raggiunte anche in pianura quote intorno ai 3000 m.; la massima quota è comunque soggetta a restrizioni dalla legge che  devono essere conosciute dal pilota.

 

| TOP |

 

Come faccio per imparare a volare?

Per imparare a volare bisogna iscriversi ad  un corso presso una scuola abilitata.

L’elenco della scuole certificate lo puoi trovare sul sito dell’Aero Club d’Italia www.aeci.it .

Siamo istruttori della scuola Aero Club Volovelistico Toscano per il volo libero senza motore (Certificazione Aero Club d’Italia n.482)  e con motore  (Certificazione Aero Club d’Italia n.483)

| TOP |

 

Contattaci per maggiori informazioni: info@flyten.it .